Friem
caricamento...

ultime news

Zero emissioni entro il 2050: il ruolo dell’idrogeno verde

20.07.2021

Un’economia prospera, moderna e competitiva, ma soprattutto climaticamente neutra entro il 2050, è l’obiettivo comune della visione strategica che molti paesi al mondo si impegnano a realizzare. Solo tre decadi e oltre 400 gli obiettivi condivisi per raggiungere l’ambizioso obiettivo zero emissioni.

 

La sfida più grande? La decarbonizzazione dei settori energetici (elettricità, riscaldamento e trasporti), responsabili del 73.2% delle emissioni globali di CO2, e limitare l’innalzamento della temperatura globale oltre 1.5°C per contrastare l’effetto serra.

 

Zero emissioni significa transizione energetica, un vero cambio di marcia, per limitare l’uso di combustibili fossili ed incentivare l’uso delle rinnovabili. Significa cioè trasformare completamente il nostro modo di produrre, trasportare e consumare energia.

 

Aumenta l’impegno globale verso l’obiettivo zero emissioni, con maggiori investimenti in ricerca e sviluppo (UNFCCC). Tra le aree tecnologiche di maggior rilievo, spicca la produzione di idrogeno verde attraverso elettrolisi che potrà dare un contributo vitale al raggiungimento degli obiettivi globali.

Entro il 2030, l’Unione Europea si è posta l’obiettivo di installare 46 GW di elettrolizzatori, per produrre fino a 11 milioni di tonnellate di idrogeno verde e coadiuvare la riduzione delle emissioni di gas effetto serra almeno del 55%: un passo importante verso il traguardo zero emissioni.

 

Oggi, la sfida più grande, è riuscire a produrre idrogeno verde mantenendo costi accessibili, per sostituire via via l’idrogeno grigio.

 

In questa sfida FRIEM, mette a disposizione competenza ed esperienza per costruire la nuova catena di valore per la produzione di idrogeno verde attraverso elettrolisi, lo raccontiamo in questo breve video.

Ultime news